Cancellazione Protesti: Approfondimento

REGIO DECRETO 21 dicembre 1933, n.1736 Disposizioni sull'assegno bancario, sull'assegno circolare e su alcuni titoli speciali dell'Istituto di emissione, del Banco di Napoli e del Banco di Sicilia. (GU n. 300 del 29-12-1933)

  • TITOLO I - Dell'assegno bancario
  • Capo I - Della emissione e della forma dell'assegno bancario.
  • Capo II - Del trasferimento.
  • Capo III - Dell'avallo.
  • Capo IV - Della presentazione e del pagamento.
  • Art. 31.
    L'assegno bancario e' pagabile a vista. Ogni contraria disposizione si ha per non scritta. L'assegno bancario presentato al pagamento prima del giorno indicato come data di emissione e' pagabile nel giorno di presentazione [78]
  • Art. 32.
    L'assegno bancario deve essere presentato al pagamento nel termine di otto giorni se e' pagabile nello stesso comune in cui fu emesso; di quindici giorni se pagabile in altro comune della Repubblica; di trenta giorni se pagabile nei territori comunque soggetti alla sovranita' italiana compresi nel bacino del Mediterraneo; di sessanta giorni se e' pagabile negli altri territori soggetti alla sovranita' italiana [78]. L'assegno bancario emesso in un paese diverso da quello nel quale e' pagabile deve essere presentato entro il termine di venti giorni o di sessanta giorni a secondo che il luogo di emissione e quello di pagamento [81] siano nello stesso o in diversi continenti. A questo effetto gli assegni bancari emessi in un paese di Europa e pagabili in un paese litoraneo del Mediterraneo o viceversa sono considerati come assegni bancari emessi e pagabili nello stesso continente. I termini suddetti decorrono dal giorno indicato nell'assegno bancario come data di emissione [79].
  • Art. 33.
    Se un assegno bancario e' tratto fra due piazze che hanno calendari diversi, il giorno dell'emissione e' sostituito con quello corrispondente del calendario del luogo di pagamento [81].
  • Art. 34.
    La presentazione ad una stanza di compensazione equivale a presentazione per il pagamento.
  • Art. 35.
    L'ordine di non pagare la somma dell'assegno bancario non ha effetto che dopo spirato il termine di presentazione. In mancanza di tale ordine, il trattario puo' pagare anche dopo spirato detto termine.
  • Art. 36.
    La morte del traente e la sua incapacita' sopravvenuta dopo l'emissione lasciano inalterati gli effetti dell'assegno bancario.
  • Art. 37.
    Il trattario che paga l'assegno bancario puo' esigere che esso gli sia consegnato quietanzato dal portatore. Il portatore non puo' rifiutare un pagamento parziale. In caso di pagamento parziale, il trattario puo' esigere che ne sia fatta menzione sull'assegno bancario e gliene sia data quietanza.
  • Art. 38.
    Il trattario che paga un assegno bancario trasferibile per girata e' tenuto ad accertare la regolare continuita' delle girate, ma non a verificare la autenticita' delle firme dei giranti.
  • Art. 39.
    Se l'assegno bancario e' pagabile in moneta che non ha corso nel luogo di pagamento [81] la somma puo' essere pagata entro il termine di presentazione nella moneta del paese secondo il suo valore nel giorno del pagamento [c. 1278]. Se il pagamento non e' stato fatto alla presentazione, il portatore puo' a sua scelta domandare che la somma sia pagata nella moneta del paese secondo il valore nel giorno della presentazione o in quello del pagamento [2, 81]. Il valore della moneta estera e' determinato dagli usi del luogo di pagamento. Il traente puo' tuttavia stabilire che la somma da pagare sia calcolata secondo il corso indicato nell'assegno bancario. Le disposizioni precedenti non si applicano nel caso in cui il traente abbia stabilito che il pagamento sia fatto in una moneta espressamente indicata (clausola di pagamento effettivo in moneta estera). Se la somma e' indicata in una moneta avente la stessa denominazione, ma un valore diverso nel paese di emissione e in quello del pagamento, si presume che l'indicazione si riferisca alla moneta del luogo di pagamento [2, 81].
  • Capo V - Dell'assegno bancario sbarrato, dell'assegno bancario da accreditare, dell'assegno bancario "non trasferibile", e dell'assegno turistico.
  • Capo VI - Del regresso per mancato pagamento.
  • Capo VII - Dei duplicati.
  • Capo VIII - Delle alterazioni.
  • Capo IX - Dell'ammortamento.
  • Capo X - Della prescrizione.
  • Capo XI - Disposizioni generali.
    • TITOLO III Dei titoli speciali dell'Istituto di emissione
  • Capo I - Del vaglia cambiario.
  • Capo II - Dell'assegno bancario libero.
  • Capo III - Dell'assegno bancario piazzato.
    • TITOLO IV Dei titoli speciali del Banco di Napoli e del Banco di Sicilia
  • Capo I - Del vaglia cambiario.
  • Capo II. - Dell'assegno di corrispondenti.
  • Capo III. - Della fede di credito.
  • Capo IV - Della polizza notata del Banco di Napoli.

  • Cancellazione Protesti: Menu

    Cancellazione Protesti

    Informazioni, modulistica e normativa sulla cancellazione dei protesti

    Titoli Cambiari Titoli Cambiari
    Cambiale Tratta Cambiale Tratta
    Pagherò Vaglia Cambiario Pagherò o Vaglia Cambiario
    Requisiti Titoli Cambiari Requisiti dei titoli cambiari
    Avallo Avallo
    Girata Girata
    Protesto Protesti
    Elenco dei protesti Registro informatico dei protesti
    Visure e certificati di esistenza protesto Visure e certificati protesti
    Cancellazione dall'elenco dei protesti Cancellazione protesti cambiali
    Annotazione avvenuto pagamento Annotazione avvenuto pagamento
    Privacy e diritti del protestato Privacy e Registro Informatico dei Protesti
    Cancellazione protesto assegno Cancellazione protesti assegni
    Pagamento tardivo assegni iscrizione al CAI Pagamento tardivo assegni: iscrizione al CAI
    Leggi e Norme relative ai titoli cambiari e ai protesti Normativa
    Modulistica Modulistica
    Dove rivolgersi: Uffici Protesti delle Camere di Commercio Dove rivolgersi
    Leggi e Norme relative ai titoli cambiari e ai protesti Banche e finanziamenti
    Dove rivolgersi: Uffici Protesti delle Camere di Commercio Apertura conto corrente a protestato