Cancellazione Protesti: Approfondimento

REGIO DECRETO 21 dicembre 1933, n.1736 Disposizioni sull'assegno bancario, sull'assegno circolare e su alcuni titoli speciali dell'Istituto di emissione, del Banco di Napoli e del Banco di Sicilia. (GU n. 300 del 29-12-1933)

  • TITOLO I - Dell'assegno bancario
  • Capo I - Della emissione e della forma dell'assegno bancario.
  • Capo II - Del trasferimento.
  • Capo III - Dell'avallo.
  • Capo IV - Della presentazione e del pagamento.
  • Capo V - Dell'assegno bancario sbarrato, dell'assegno bancario da accreditare, dell'assegno bancario "non trasferibile", e dell'assegno turistico.
  • Capo VI - Del regresso per mancato pagamento.
  • Capo VII - Dei duplicati.
  • Capo VIII - Delle alterazioni.
  • Capo IX - Dell'ammortamento.
  • Capo X - Della prescrizione.
  • Capo XI - Disposizioni generali.
    • TITOLO III Dei titoli speciali dell'Istituto di emissione
  • Capo I - Del vaglia cambiario.
  • Capo II - Dell'assegno bancario libero.
  • Capo III - Dell'assegno bancario piazzato.
    • TITOLO IV Dei titoli speciali del Banco di Napoli e del Banco di Sicilia
  • Capo I - Del vaglia cambiario.
  • Capo II. - Dell'assegno di corrispondenti.
  • Capo III. - Della fede di credito.
  • Capo IV - Della polizza notata del Banco di Napoli.
    • TITOLO V
    • Art. 116. (1)
      [E' punito con la multa da lire 10.000 a lire 1.000.000 e nei casi piu' gravi anche con la reclusione sino a sei mesi, salvo che il fatto costituisca reato punibile con pena maggiore: 1) chiunque emette un assegno bancario senza averne avuto dal trattario l'autorizzazione; 2) chiunque emette un assegno bancario senza che presso il trattario esista la somma sufficiente, ovvero, dopo averlo emesso e prima della scadenza dei termini fissati per la sua presentazione, dispone altrimenti in tutto o in parte della somma; 3) chiunque emette un assegno bancario con data falsa o mancante di uno dei requisiti indicati ai numeri 1o, 2o, 3o e 5o dell'art. 1 e all'art. 11; 4) chiunque emette un assegno bancario contro le disposizioni dell'ultimo capoverso dell'art. 6. Nei casi piu' gravi la condanna per uno dei delitti previsti nei numeri 1 e 2 del comma precedente importa, indipendentemente dall'applicazione dell'art. 69 del codice penale, la pubblicazione della sentenza di condanna e il divieto di emettere assegni bancari o postali per un periodo da uno a tre anni. Se il colpevole, nei casi preveduti nei numeri 2 e 3 fornisce al trattario la somma prima della presentazione dell'assegno, la pena e' ridotta alla meta' e, qualora l'emissione sia stata compiuta per un fatto scusabile, va esente da pena].
      --------------
      (1) Articolo abrogato dall'art. 12, L. 15 dicembre 1990, n. 386.
    • Art. 116-bis. (1)
      [Chiunque, avendo riportato la pena accessoria prevista dall'articolo precedente, trasgredisce agli obblighi ad essa inerenti e' punito, per il solo fatto dell'emissione dell'assegno, ai sensi dell'art. 389 del codice penale. Si applica la reclusione da sei mesi a due anni e la multa da lire centomila a lire due milioni, a chi, violando il divieto di emettere assegni bancari e postali, commette uno dei delitti previsti dai numeri 1 e 2 del primo comma dell'articolo precedente. La condanna importa la pubblicazione della sentenza e il divieto di emettere assegni bancari e postali per la durata di due anni].
      --------------
      (1) Articolo abrogato dall'art. 12, L. 15 dicembre 1990, n. 386.
    • Art. 117.
      L'istituto non autorizzato o al quale sia stata revocata l'autorizzazione, che emetta assegni circolari, e' colpito da una pena pecuniaria da 2.000.000 (1) a 20.000.000 (1) lire, salvo le altre sanzioni previste da altre disposizioni di legge. La mancanza di autorizzazione non pregiudica i diritti del portatore di buona fede di ottenere dall'istituto emittente il pagamento della somma e di esercitare le eventuali azioni di regresso.
      --------------
      (1) Importo dapprima modificato dall'art. 3, comma 1, L. 12 luglio 1961, n. 603 e, successivamente, dall'art. 113, comma 1, L. 24 novembre 1981, n. 689.

    Cancellazione Protesti: Menu

    Cancellazione Protesti

    Informazioni, modulistica e normativa sulla cancellazione dei protesti

    Titoli Cambiari Titoli Cambiari
    Cambiale Tratta Cambiale Tratta
    Pagherò Vaglia Cambiario Pagherò o Vaglia Cambiario
    Requisiti Titoli Cambiari Requisiti dei titoli cambiari
    Avallo Avallo
    Girata Girata
    Protesto Protesti
    Elenco dei protesti Registro informatico dei protesti
    Visure e certificati di esistenza protesto Visure e certificati protesti
    Cancellazione dall'elenco dei protesti Cancellazione protesti cambiali
    Annotazione avvenuto pagamento Annotazione avvenuto pagamento
    Privacy e diritti del protestato Privacy e Registro Informatico dei Protesti
    Cancellazione protesto assegno Cancellazione protesti assegni
    Pagamento tardivo assegni iscrizione al CAI Pagamento tardivo assegni: iscrizione al CAI
    Leggi e Norme relative ai titoli cambiari e ai protesti Normativa
    Modulistica Modulistica
    Dove rivolgersi: Uffici Protesti delle Camere di Commercio Dove rivolgersi
    Leggi e Norme relative ai titoli cambiari e ai protesti Banche e finanziamenti
    Dove rivolgersi: Uffici Protesti delle Camere di Commercio Apertura conto corrente a protestato